Il Fiume Magra

Tu sei qui

  • Spina dorsale dell’omonima Valle, il Fiume Magra nasce a 1200 metri di altitudine, tra il Monte Borgognone e il Monte Tavola, alle spalle di Pontremoli, da dove si dirige verso Aulla cambiando improvvisamente direzione e unendosi al torrente Aulella. Il fiume procede, così, per pochi chilometri fino ad entrare in territorio ligure, dove riceve le acque del fiume Vara, il più lungo dell’intera Liguria. Da qui il suo letto si fa più largo e il suo corso di snoda fino al mare, dove sfocia tra i borghi di Bocca di Magra e Fiumaretta.

    Torrente che diventa fiume, dal carattere imprevedibile tanto da essere temibile nel mesi invernali, il Magra attraversa boschi ripariali, paesaggi rurali, aree umide e rive ghiaiose, habitat naturali e scenari sempre nuovi. Sotto la protezione del Parco Regionale di Montemarcello-Magra per il tratto ligure, il Magra è anche parte di un Sito di Interesse Comunitario; attraversa due aree naturali protette e un’oasi naturalistica della LIPU.

    È possibile dunque trascorrere piacevoli giornate lungo le sue sponde, percorrendo interessanti itinerari naturalistici, a piedi, in mountain bike o a cavallo, osservando e fotografando la biodiversità che popola questi luoghi e praticando, ove consentito, le attività ricreative di balneazione e pesca sportiva. 

  • Note aggiuntive sugli orari:
Gratuite:
visita, escursioni, trekking, fotografia
Pagamento:
pesca sportiva, escursioni

La redazione consiglia


Articoli, itinerari e consigli di viaggio dalla redazione di Trame di Lunigiana

Nei dintorni